17.12.2005 Edouard solleva, con una telefonata a me ed a Werner, e con un e-mail, l' innasprimento della legge sull' asilo (ed in generale la legge sugli stranieri) votata al nazionale. (vedi suo e-mail a pu@adisi.ch del 17.12.2005 e mie risposte dello stesso giorno e del giorno dopo solo a Giovanni)

Dobbiamo contattare e sostenere i referendisti.


comunicato stampa / argomentazioni

- chiediamo il referendum sull' innasprimento della legge sull' asilo (ed in generale la legge sugli stranieri) votata al Nazionale al 16.12.2005
- come spiegato anche nel CdT 17.12.2005 la svizzera ha una tradizione nell' accoglienza di chi e' perseguitato.
- come partito umanista non possiamo lasciar passare inosservata una tale notizia.
- l' incomprensione popolare (che i borghesi sperano ci sia nei confronti di un referendum) e' dovuta non agli stranieri poveri che hanno bisogno di umanita' ma alle industrie straniere multinazionali (anche svizzere) che rovinano il nostro mercato locale, le nostre abitudini, la nostra morale, la nostra tipicita', ... E non solo da noi ma rovinano l' umanita' a livello globale (vedi nostri dipartimenti salute, ambiente, ...). Non sono gli stranieri ma i potenti stranieri o svizzeri che siano. Adesso Basta.
- vogliamo far capire perche' abbiamo paura dallo straniero: perche' le multinazionali sono sopratutto straniere e perche il potere economico e' sopratutto straniero. Non deve farci paura il povero ed il perseguitato che cerca protezione da noi. Loro non possono distruggere niente, hanno solo bisogno di noi. Chi distrugge sono quelli che possono influire, quelli che sfruttano il dumping, non quelli che si lasciano dumpare. Se c'e qualcuno che fa' dumping trovera' prima un lavoratore straniero, ma se non ce ne fossero piu' perche' le nostre leggi diventano piu' restrittive, trovera' altri polli. Dobbiamo combattere il problema alla radice
- un altro caso dove dobbiamo risolvere il problema alla radice e' il 11.9. A Davos Dik Cheney diceva "bisogna combattere il terrorismo alla radice". Io dico lo stesso, ma la radice del terrorismo non sono i mussulmani od i terroristi ma quello che c'e' alla radice del loro comportamento: il disagio dello sfruttamento indiscriminato delle multinazionali (straniere e svizzere).
- chiediamo che la confederazione si impegni a monitorare che fine hanno fatto i prigionieri che dall' 11.9. hanno transitato illegalmente il nostro spazio aereo.
- Se Laura e' d'accordo l' annunciamo come nostra candidata al consiglio di Stato alle elezioni 2007.

http://umanisti-svizzera.blogspot.com

18:20 19.12.2005